Big Data, la crescita passa da qui…anche in Italia!

“Non c’è dubbio che siamo nell’era del Big Data“. Con queste parole Neelie Kroes, Commissario europeo per l’agenda digitale ha cominciato il suo speech sull’innovazione a Bruxelles lo scorso 28 Marzo.

Cosa significa esattamente questa affermazione? Significa che la società umana, da sempre immenso serbatoio di informazioni e quindi di risorse, grazie alle nuove tecnologie nel campo dell’Information and Communication Technology (ICT) ha finalmente la possibilità di estrarre il massimo valore da queste informazioni. All’interno della cosiddetta Società dell’Informazione, Big Data significa una mole di dati provenienti anche da fonti molto diverse che possono essere collegati, interrelati e analizzati come unico flusso. Strumenti di calcolo sempre più avanzati diventano i protagonisti di nuove e importanti sfide sociali.

Come già sottolineato dalla Commissione Europea nel 2011, l’elaborazione intelligente dei dati può essere messa al servizio dei sistemi sanitari nazionali: in questo senso i progressi nel campo della genomica, le scoperte sulle droghe e il trattamento di malattie gravi come il cancro o l’insufficienza cardiaca sempre più dipendono dai dati e dalle analisi che questi permettono. In campo ambientale, l’elaborazione di modelli di consumo energetico per migliorare l’efficienza energetica o la gestione dell’inquinamento urbano dipendono sempre più dall’analisi di questo tipo di dati. E questi sono solo una piccola (grande) parte dell’applicazione di queste informazioni.

E se pensiamo, prosegue la Kroes nel suo intervento, che ogni due giorni creiamo un numero di informazioni pari a quelle che sono state create dall’inizio della civiltà al 2003, è facile riconoscere come questa opportunità possa diventare la chiave di volta in un momento in cui l’Europa ha disperatamente bisogno di crescita sociale, economica e occupazionale.

I big data sono oggi il nuovo petrolio in quanto carburante per l’innovazione. Un combustibile che tanto quanto il primo può operare una rivoluzione ma che a differenza di questo non si prosciugherà mai. Ma questa rivoluzione non avverrà da sola, ha bisogno di supporto e del giusto framework. I dati devono essere accessibili liberamente per l’uso e il riuso all’interno di un contesto europeo con regole e standard uguali in tutti i paesi.

Disperato bisogno di crescita ha anche l’imprenditoria italiana. Una recente analisi di Unioncamere racconta che ogni giorno del 2012 hanno chiuso i battenti mille imprese e che il trend di inizio 2013 sembra ancora più negativo per i giovani imprenditori. Per questo motivo, da un’iniziativa congiunta tra Ministero dell’Istruzione e Ministero dello Sviluppo è stato presentato il bando “Start Up“, con l’obiettivo di supportare ler PMI presenti nelle regioni della Convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia) attive da meno di 6 anni.

L’iniziativa impegna nel complesso 30 milioni di euro ed è articolata in quattro linee di intervento, una delle quali è dedicata proprio ai Big Data a cui vengono destinati 8 milioni di euro. Lo sviluppo di tecnologie, modelli e servizi basati sulla capacità di gestire grandi quantità di dati, provenienti da diverse fonti e in continuo cambiamento (Big Data), leggiamo dal sito dedicato, presenta sfide tecnologiche, pone nuovi problemi in campo scientifico e rappresenta la base di una nuova generazione di servizi innovativi e di politiche pubbliche. Diviene una priorità strategica nazionale promuovere progetti di ricerca e favorire la nascita di nuove imprese in grado di sfruttare un fenomeno così rilevante dal punto di vista scientifico, tecnologico e sociale.

L’iniziativa è solo l’ultimo impegno in ordine di tempo del Governo Italiano che già da oltre un anno ha intrapreso la strada dell’innovazione che passa attraverso parole-chiave come open data, smart city e appunto big data.

Continuate a seguirci per restare informati sull’argomento, anche su:
– Facebook
– Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *