Community Management, quella professione non più "misteriosa"

Con Internet si assiste quotidianamente alla nascita di nuove professioni e mestieri, che generalmente sono poco pagati e spesso sottovalutati dalle aziende. Per esse produrre e comunicare come 20 anni fa basta. Niente di più errato! Oggi vi parlo del community manager, uno dei mestieri più in crescita degli ultimi anni, legato sia alle comunità virtuali che ai social network. Perché tutte le grandi aziende ne hanno ormai uno? Quali sono le sue caratteristiche?

Il community manager gestisce una comunità virtuale,  progettando la sua struttura e coordinando le sue attività. Stimola l’incontro tra le esigenze di business delle aziende e il desiderio delle persone di intessere una relazione proficua e intensa con il marchio, i prodotti e i servizi. Per approfondire il tema si rimanda ad un altro articolo del blog, che tratta delle origini di questa professione.

A partire dall’ascolto delle community, è bene che egli studi  le caratteristiche delle conversazioni:
-community esistenti e la loro struttura;
-il modo di interagire degli utenti e i social media usati;
la brand reputation del brand;
-i luoghi fisici e virtuali della community
– gli strumenti fisici e virtuali per esprimersi;
-i significati e i sentimenti che girano intorno alla community;
-le suddivisioni delle community;
-la percezione del brand.

Dalle caratteristiche della community l’azienda può creare una comunicazione adeguata ed efficiente, coinvolgendo il target mirato, azionando le giuste leve, scegliendo il linguaggio da utilizzare, le informazioni da condividere e gli eventi da organizzare per incontrare i membri. Di regola, il tono da utilizzare nelle conversazioni deve essere in linea con i valori del brand della community: linguaggio, mezzo utilizzato, foto, video e parole devono seguire e mostrare l’offerta dell’azienda in linea con la sua immagine. Torneremo sull’argomento la prossima settimana, entrando nello specifico delle sue attività.

Per non perderti i post di Habemus Marketing, seguici su: 

– Facebook

– Twitter
– Google Plus 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *