Consigli Facebook, aumentare il traffico del proprio sito

Quanto sarebbe bello se tutti i fan di una pagina di Facebook si tramutassero in una visita giornaliera? È impossibile? Forse, però attraverso cinque essenziali consigli di Facebook di Andrea Vahl (leggi qui) possiamo avvicinarci al nostro obiettivo. Ciò diventa essenziale in virtù anche del recente annuncio di Facebook (leggi qui) di limitare la portata organica dei risultati, premiando ancora di più il News Feed FYI. Cosa si puo fare?

#1. Flusso costante di contenuti condivisibili sul tuo sito
Se dopo tre giorni il pesce puzza, allo stesso modo avere contenuti freschi e con ranking alto sul proprio sito web premia non solo il social media marketing ma anche l’ottimizzazione dei motori di ricerca. Non si tratta di offrire contenuti tutti i giorni, ma almeno una volta a settimana o al massimo al mese. Cosa scrivere? Potrebbe essere un’idea quella di rispondere alle domande più frequenti dei clienti, o di fornire una lista dei 5 articoli più interessanti per il proprio business, o ancora quella di intervistare un dipendente. Insomma, sbizzarritevi!

Plugin Social#2 Pulsanti di condivisione dei social network sul proprio sito
I plugin sociali sono cibo per qualsiasi sito. Senza sarebbero siti magrolini e ossuti. Dare, infatti, la possibilità ai propri utenti di condividere i contenuti del proprio sito sullo stream personale è importante, sia perché dai “Mi piace”, commenti e condivisioni si capisce cosa interessa all’utente, sia perché i loro amici a sua volta potrebbero fare lo stesso. Pertanto, consiglio di avere i pulsanti social non solo sopra l’articolo ma anche subito dopo, chiudendo il pezzo con una frase del tipo “Hai trovato utile questo articolo? Sentiti libero di condividerlo su Facebook attraverso questi pulsanti qui sotto”.

#3 Ottimizzare l post su Facebook
Scegliere il giusto vestito fa la differenza al primo appuntamento. La corretta tipologia di condivisione dei contenuti può incrementare o al contrario non influenzare il traffico del proprio sito. Vi sono essenzialmente tre metodi: il modo tradizionale è quello di tagliare e incollare il collegamento sul box del posting, facendo caricare in automatico metadati e foto; il modo fotografico consiste nel pubblicare nell’aggiornamento di stato una foto e una piccola descrizione con relativo link; il modo testuale è identico al tradizione, solo che sarà rimossa l’anteprima del link allegato. Tutti e tre i modi hanno pro e contro: la gerarchia che vede al primo posto foto o video, al secondo link e alla terzo testo, può essere scardinata dall’interazione degli utenti.

#4 Fornire collegamenti su Facebook al proprio sito web
Utilizzare più ami fa abboccare più pesci. Una pagina fan di Facebook si compone di diversi elementi. In questi è opportuno inserire dei link di rimando al proprio sito. Sulla descrizione, ad esempio, è possibile mostrare più link per indirizzare gli utenti alle diverse aree del proprio sito. Ugualmente si può realizzare nella descrizione di foto, nei traguardi raggiunti o nelle tab.

Clicca sul sito#5 Pubblicità
Pagare un biglietto in tribuna garantisce un posto migliore allo stadio (ma non le migliori emozioni!). Attraverso la pubblicità a pagamento di Facebook si può creare un annuncio da zero o promuovere un post già online che rimanda al proprio sito. Tuttavia, un post sponsorizzato non aumenta di tanto i click, ma solo l’interazione degli utenti con commenti e simpatie. È meglio puntare, quindi, alla funzione apposita nella gestione inserzioni chiamata “Clicca sul sito”. Ovviamente saranno soldi buttati se la pagina di destinazione del sito web non sarà accompagnata da una call to action: si potrebbe chiedere agli utenti di commentare il post sul blog, o di riscattare un omaggio dopo la registrazione alla newsletter o dopo una telefonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *