Yelp, TripAdvisor e tanti altri, i geosocial network del futuro

Su internet e nei vari store dei device mobili, geosocial network come Yelp, Tripadvisor o Foursquare, si moltiplicano con il passare dei giorni. Alcune vengono aggiornate e riscuotono un successo iniziale non indifferente, mentre, tante altre vengono abbandonate dai loro sviluppatori.

Yelp è un lbs  molto famoso negli Usa e sta prendendo piede anche in Italia da qualche anno. Creato nel 2004, permette alle persone di trovare le migliori attività locali commerciali. La piattaforma è accessibile sia dal sito internet che dall’applicazione disponibile per iOs, Android e Blackberry. Nel secondo trimestre del 2012 (Q2 2012) 78 milioni di visitatori unici hanno visitato Yelp e hanno fruito di oltre 30 milioni di recensioni. Per essere sul geosocial network i proprietari o i gestori creano un account gratuito, dal quale è possibile pubblicare foto, inviare messaggi ai clienti e creare promozioni. Il modello di business di Yelp consiste nella vendita di spazi pubblicitari alle attività locali, che appaiono all’interno del sito nei posti migliori.

AroundMe è una applicazione per iPhone, che permette di trovare informazioni relative al luogo in cui una persona si trova: identifica e consente di scegliere le attività commerciali di proprio interesse. Ogni ricerca contiene la posizione su una mappa, il percorso e la possibilità di condividerla con i contatti, anche attraverso la mail.

Tripadvisor aiuta a trovare hotel, ristoranti e attrazioni turistiche, pianificando e godendosi una vacanza
perfetta grazie a oltre 50 milioni di recensioni e opinioni pubblicate da veri viaggiatori. È molto interessante la funzione “Qui vicino” per individuare i posti migliori prossimi all’utente o vicino all’indirizzo che si inserisce.

Vi sono anche applicazioni che stanno attente al biologico come Greenopia o Green Map. La prima è una guida locale per vivere verde, composta da eco-rivenditori, servizi e organizzazioni. Il tutto è gratis: le aziende non pagano nulla per essere incluse, una volta superati gli standard di eco-compatibilità. Green Map è lo strumento di cartografia interattiva che aiuta le persone in tutto il mondo a promuovere siti di sostenibilità, la loro comunità, percorsi e risorse.Ogni utente può aggiungere il proprio punto di vista su qualsiasi attività con un commento, un voto, una foto o un video. L’applicazione Locavore  identifica gli alimenti prodotti a non più di 100 miglia di distanza dalla posizione dell’utente e descrive quali sono i prodotti di stagione nella zona in cui si vive.

Waze  informa sulle condizioni del traffico mentre si è in viaggio, aiutando gli utenti a prendere strade alternative o evitare quelle chiuse. E’, infatti, un’applicazione gps per evitare le code in strada, basata su una community di 30 milioni di guidatori, che condividono in tempo reale informazioni sul traffico e aiutano tutti a risparmiare tempo e benzina, dando info sui posti di blocco, incidenti, pericoli o rallentamenti. Padmapper  assiste le persone nella scelta di un appartamento in affitto o in vendita nelle vicinanze in base ai filtri che si scelgono: numero di bagni, prezzo massimo per camera da letto, le politiche di animali domestici, e molto altro. Gli appartamenti disponibili  appaiono su una mappa e possono essere contattati con un solo click attraverso una chiamata o una mail.

Foodspotting  è utile a scoprire nuovi posti dove mangiare a partire dagli apprezzamenti, dalle foto e dalle recensioni dei piatti della attività di ristorazione. Si tratta di una guida visiva del buon cibo e dei posti dove trovarlo. Infine NearbyFeed Lbs  o Scvngr sono servizi a base locativa e che integrano funzioni di microblogging. Permettono di scoprire cosa succede intorno e in tutto il mondo, di incontrare nuove persone nelle vicinanze, di esplorare luoghi interessanti, di condividere informazioni come status, foto e contenuti. Il secondo in particolar modo ha anche alcune dinamiche del social games, quali sfide, accumulo di punti, classifiche e scudetti.

Per non perderti i nostri articoli, 
seguici su:
– Facebook 
– Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *